In Siamo

Per analogia, olistico applicato alla comunicazione è una maniera di costruire un’immagine globale che utilizza tutti i componenti dell’emittente. Ciò non significa che ogni punto di vista aggiunga un aspetto in particolare, no, ma che da cada punto di vista si costruisca in complesso, l’immagine del tutto tenendo conto di un “prisma concettuale”. Così, se si parla di “impresa intelligente”, “persona sana”, “associazione di volontari”, “qualsiasi cosa sostenibile”, “socialmente responsabile”… si utilizzerebbero concetti che ci permettono di vedere l’insieme da un punto di vista determinato. Quanti più e meglio siano quei concetti, più ricchezza si avrà nella rappresentazione globale di ciò che facciamo e ci saranno più sfumature che aiuteranno a capire meglio quella immagine globale.

“Olistico” potrebbe essere equipollente a “trasversale”, “sistemico” o “integrale”? Beh, nel linguaggio comune potremmo anche utilizzarlo come sinonimo, ma non è esattamente la stessa cosa. Ciò che è il “trasversale” è qualcosa che attraversa e connette diversi punti di un sistema; “sistemico” è ciò che si da in un sistema di diversi sub-sistemi o elementi inter-relazionali; ciò che è “integrale” è quello che comprende tutti gli aspetti già dati o tutte le parti necessarie per essere integro.  Tuttavia, il pensiero olistico al giorno di oggi sarebbe il modo di pensare secondo il cui, cada categoria significativa che viene utilizzata contribuisce alla costruzione di un tutto. E non può escludere nessuna di queste categorie, perciò viene chiamato un “prisma concettuale”.

In base al momento diventano trendy certe etichette (create sempre come un elemento di marketing): impresa sostenibile, impresa sana, impresa intelligente…; certamente possiamo considerarle come trend più o meno passeggere che influiscono durante un certo tempo ed in una certa misura anche sulla filosofia e la cultura imprenditoriale, per poi cedere il posto ad altre. Questo fenomeno non applica alla Olistica, giacché la sua unità non esiste senza una delle sue parti. È questa la differenza reale del concetto di olistico.

Come consulenti in comunicazioni e come agenzia web olistica, il nostro lavoro consiste frequentemente nell’aiutare a pensare “in modo olistico” su aspetti diversi, con visioni che il nostro “cliente” ancora non ha preso in considerazione. Questo compito richiede la messa in gioco dell’intelligenza sociale, implica il complesso dei suoi “saper fare”, dei suoi piani, delle sue politiche in un processo di fare chiarezza sulle sue sfide. In questo modo, quello che è interessante e pratico per la impresa sarà l’aggiunta di nuovi “prismi concettuali” alla sua forma olistica di pensare e comunicare.

Post recenti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt